Frattura del malleolo, di cosa si tratta

La frattura del malleolo è un tipo di lesione molto frequente e che consiste nella rottura della prominenza ossea nella parte della caviglia che da verso l’esterno, appunto il malleolo. La frattura, solitamente, avviene in seguito a un trauma, sia causato da un sinistro stradale, un incidente sul lavoro o durante un allenamento. Ma non solo, perché delle volte capita di lesionarsi il malleolo in seguito a una caduta accidentale.

Frattura del malleolo, cosa devi sapere

Per capire cosa ti sei fatto devi necessariamente sapere che cos’è il malleolo. Il malleolo è un osso, per la precisione quella prominenza ossea che si trova sul lato interno ed esterno della caviglia. Il malleolo interno prende il nome di malleolo tibiale, quello esterno di malleolo peronale. I due malleoli sono comunque caratterizzati da particolari elementi anatomici che ne consentono l’adeguata articolazione col talo, ma non addentriamoci oltre in una lezione di anatomia, per ora è sufficiente sapere cosa è dove è localizzato, o meglio , dove sono localizzati i 4 malleoli.

Cause della rottura del malleolo

Ma perché quest’osso può arrivare a fratturarsi? Ebbene, si tratta di una lesione molto comune conosciuta anche come distorsione della caviglia che può avvenire, come abbiamo detto, in seguito a una caduta, a un atterraggio sbagliato (basti pensare per esempio ai giocatori di basket o di pallavolo che hanno diverse elevazioni che sollecitano durante l’atterraggio i malleoli) o anche un incidente, sul lavoro o stradale, come per esempio in moto.

I sintomi della frattura del malleolo

malleolo-caviglia-Il sintomo più comune e caratteristico della rottura del malleolo è un dolore acuto e intenso, improvviso, insopportabile, localizzato nella zona esterna della caviglia, dove si trova appunto il malleolo laterale. Chi subisce la rottura del malleolo non riesce a deambulare correttamente sicché ha un’andatura claudicante, dato che non può poggiare il peso sulla gamba lesionata. Durante la notte o al mattino, il dolore è più acuto. Ci sono poi altri sintomi quali gonfiore, ematomi, e sensazione di dolore al tatto in tutta la zona circostante.

Come si diagnostica la frattura del malleolo

La diagnosi della frattura del malleolo non richiede esami complessi. Infatti, è sufficiente un esame soggettivo, dove il medico andrà a vedere la condizione della caviglia, e uno oggettivo, mediante la diagnostica con radiografia, in modo da aver e conferma della diagnosi e soprattutto per avere più chiaro il grado di gravità della lesione. Solo di rado vengono richiesti ulteriori esami come TAC ed RMN, o anche scintigrafia ossea se si deve valutare anche lo stato dei tessuti molli.

Se la frattura della caviglia è dovuta a un infortunio sul lavoro o a un sinistro stradale si consiglia di conservare tutti i referti qualora si decidesse di rivolgersi a un infortunistica stradale per ottenere il risarcimento eventuale del danno