L’importanza di un logo

 

Il logo è un elemento fondamentale per l’identità di ogni azienda.

La scelta di un simbolo originale, accattivante e di forte impatto è ormai uno step obbligato per sviluppare al meglio la strategia di promozione più congeniale alla propria attività.

Questo perché il logo non deve limitarsi ad identificarla a colpo d’occhio, ma comunicare immediatamente qualcosa su di essa.

Il logo scelto è a tutti gli effetti il primo contatto con i futuri clienti, e solo se accuratamente realizzato può rappresentare al meglio i prodotti e i servizi offerti dall’azienda, riflettendone adeguatamente il livello di professionalità, i valori e gli obbiettivi.

Il logo ideale deve colpire nella sua semplicità per essere facile da ricordare ma deve anche essere flessibile per potersi adattare a molteplici canali promozionali.

Al contrario, un’immagine che risulta mal realizzata o poco consona può comunicare un’impressione negativa, di superficialità e approssimazione, a scapito dell’impresa.

 

Perché registrare un logo

 

La registrazione di un logo deve considerarsi alla stregua di un investimento a favore dell’azienda che questo rappresenta.

Un marchio di successo può determinare infatti una serie di qualità aggiuntive che rafforzano l’identità dell’impresa: può renderla unica sul mercato, mirata a determinate fasce di clientela e più attraente agli occhi del consumatore, costituendo così un vero e proprio valore commerciale.

Registrazione del Logo Aziendale

Un logo registrato può rappresentare a tutti gli effetti una fonte di capitalizzazione parallela: i contratti di sponsorizzazione, la vendita di merchandising, la concessione di licenze, sono solo alcuni esempi di monetizzazione di un marchio.

È importante quindi proteggere il marchio per garantirsi l’esclusività dei diritti, impedendo l’uso non autorizzato dello stesso simbolo o di uno simile ad altri.

 

Se un logo non viene registrato cosa può accadere?

 

I rischi che si possono incorrere scegliendo di non registrare il proprio marchio sono molteplici, e tutti a danno dell’attività che trascura di valorizzare il proprio brand.

Un’azienda concorrente potrebbe non solo appropriarsi di un logo di successo non registrato, ma anche sfruttarlo in senso commerciale adottandone uno simile, sottraendo così possibili clienti e danneggiando l’identità del marchio originario.

 

Fonte: www.UfficioBrevettiMarchi.it