L’arrivo della bella stagione porta con sé quello che non è più soltanto un fastidiosissimo problema, ma anche una fonte di pericolo e malattia per i nostri bambini e i nostri animali. Le zanzare, infatti, oltre a regalarci punture poco piacevoli, sono anche potenziali portatrici di malattie. Ecco perché è importante conoscere i metodi più efficaci per potercene liberare una volta per tutte.

Prima della disinfestazione zanzare: qualche consiglio pratico

Sia che si scelga di affidarsi a professionisti della disinfestazione zanzare, sia che si decida, invece, di contare solo sulle proprie forze e affidarsi al fai-da-te, c’è una regola base da cui è necessario muovere i primi passi per liberarsi dalle zanzare: evitare i ristagni d’acqua.

Gli ambienti umidi, infatti, sono il luogo più ambito da questi insetti, perché vi depositano le uova e si riproducono. Come se non bastasse, l’umidità, unita al caldo, dimezza il ciclo produttivo delle zanzare, che passa da una settimana a soli 4 giorni. Questo spiega la vera e propria invasione di zanzare a cui siamo sottoposti ogni anno all’arrivo dell’estate.

disinfestazione-zanzare
Disinfestazione: in casa e in giardino

Il metodo di lotta alle zanzare più diffuso, grazie alla sua semplicità e al fatto che non necessita di alcuna conoscenza tecnica, è l’uso di prodotti spray negli ambienti chiusi. Si tratta di un’operazione che va ripetuta spesso, quotidianamente o, a volte anche più volte nella stessa giornata, in quanto l’insetticida tende ad evaporare e, quindi, i suoi effetti svaniscono in poco tempo.

Il problema diventa più duro da risolvere per chi deve compiere la lotta alle zanzare in un campo diverso da una casa chiusa, ovvero un giardino. In questo caso, una delle soluzioni più efficaci è quella dei nebulizzatori. Si tratta di impianti, più o meno estesi a seconda della zona da “coprire”, composti da ugelli che vengono distribuiti sull’area stessa.

Ad intervalli regolari molto lontani tra loro, per un minimo di 2 volte al giorno, l’impianto nebulizza una soluzione composta da acqua e principi attivi che abbatte immediatamente le zanzare. Importante aggiungere che tale soluzione risulta essere assolutamente innocua per le piante circostanti.

Perché la disinfestazione zanzare sia efficace e abbia effetti a lungo termine, è necessario dividerla in due fasi: una prima disinfestazione larvicida, da compiersi nei mesi di aprile o maggio, allo scopo di eliminare le larve; una seconda disinfestazione, da compiersi più avanti, per eliminare le zanzare adulte.

In alcuni casi, la disinfestazione fai-da-te non è sufficiente per eliminare il problema, soprattutto nel caso di aree verdi adiacenti ad ambienti che devono rimanere salubri, come scuole, strutture sanitarie o palestre. In questi casi è necessario rivolgersi a ditte specializzate che utilizzano macchinari appositi come nebulizzatori e polverizzatori dotati di autocarro, per la diffusione degli insetticidi.

Fonte: disinfestazione-roma.it